+++SGOMBERO+++Comunicato stampa Rete legale migranti

  Baobab, rete legale: Sgomberare quel che resta è accanimento, le persone non svaniscono, serve presa in carico. Stamattina a Piazzale Spadolini è stato sgomberato l’accampamento spontaneo delle circa 50 persone che lì avevano trovato riparo dopo la chiusura del presidio di piazzale Maslax. Persone che erano per strada perché non avevano ancora avuto la possibilità…

DL Salvini: disumano, pericoloso, inaccettabile.

Ieri è stato approvato in consiglio dei ministri il decreto sicurezza a firma Matteo Salvini. Questo governo ripete da quando è nato di essere quello “del cambiamento” ma in realtà non c’è nulla di nuovo se non una legge che rappresenta benissimo il clima che stiamo vivendo da mesi. Un contesto di odio e di…

Aprite i cuori, le menti, le braccia, #apriteiporti

#apriteiporti C’è un’emergenza umanitaria in atto ma non riguarda solo i migranti, riguarda tutte e tutti noi. Con il gioco di forza contro la nave Aquarius, con la guerra non dichiarata alle ONG e alle associazioni umanitarie, non hanno chiuso i porti solo a un’imbarcazione di soccorso, stanno chiudendo i porti all’umanità, al coraggio di…

Per sempre coinvolti. Da Palermo la sentenza del TPP.

PER SEMPRE COINVOLTI Si é conclusa ieri l‘Udienza del Tribunale Permanente dei Popoli, riunita a Palermo per la “Sessione sulle violazioni dei diritti delle persone migranti e rifugiate e la loro impunità”. 
Baobab Experience é stata chiamata, insieme ad altre associazioni, per portare le testimonianze di alcuni degli oltre 70.000 migranti transitati dai nostri presidi…

I nuovi schiavi

“Disumana.” È questa la parola che Zeid Raad Al Hussein, Alto commissario dell’Onu per i diritti umani, ha scelto per definire la politica migratoria italiana e europea. Dopo aver ascoltato i resoconti degli osservatori delle nazioni unite, ha parlato di “oltraggio alla coscienza dell’umanità”, accusando le parti in causa di non aver fatto nulla per…

La mano sulla coscienza

Stasera, 26 settembre, il ministro Minniti sarà alla Città dell’Altra Economia, a Testaccio, per la Festa dell’Unità. Un passaggio obbligato del tour elettorale dopo la visita e gli applausi a scena aperta ricevuti ad Atreju, la kermesse di Fratelli d’Italia.
Giornalisti, ONG, osservatori indipendenti e migranti hanno testimoniato cosa avviene in Libia, quali sono le reali condizioni nei centri di detenzione dove i migranti sono bloccati: un vero e proprio inferno.
E nonostante questo, si continua ancora a morire nel mare nostrum, dove il governo ha deciso di contrastare le operazioni di ricerca e salvataggio delle ONG che vi operavano.

Quelle vite, quelle sofferenze di donne, bambini e uomini, gravano sulla coscienza del governo italiano, in primis su quella del ministro degli interni che ha preso accordi con il governo libico (quale governo, poi) per far sì che i migranti non morissero nel mar Mediterraneo, ma sulle coste del Nord Africa.

IUS SOLI

Ancora una volta, la codardia e l’inettitudine hanno prevalso. Ancora una volta, la parola chiave è paura. In questo caso, quella che serpeggia tra le fila del partito di maggioranza di un Parlamento che ha vissuto, nuovamente, la farsa del rinvio a data da destinarsi del voto sulla legge sulla cittadinanza. Mentre ancora continuano a…