Emergenza Covid19: lettera al Ministro Roberto Speranza

Al Ministro della Salute Roberto Speranza Scriviamo a Lei, in quanto Ministro della Salute e perché conosciamo la sua sensibilità e attenzione nei confronti dei più deboli. In cinque anni di vita di Baobab Experience, non c’è stato modo di far comprendere alle Istituzioni la necessità di proteggere e supportare migranti e transitanti, con le…

Dopo #Irini e #Sophia, NOI aspettiamo #Josephine

Nel frattempo…quasi inosservata, è stata inaugurata la Missione UE #Irini nel Mediterraneo centrale, con l’obiettivo principale di vigilare sul rispetto dell’embargo ONU all’invio di armi nel Paese, in particolare di quelle provenienti da Ankara. Il Governo di Tripoli è (finalmente) sotto accusa da parte dell’Unione Europea, ma non per quei trafficanti in divisa libica e il loro…

La buona notizia è che ciascuno può diventare la soluzione

“The bad news is that everyone is a potential victim, but the good news is that everyone is the potential solution”. La cattiva notizia è che ognuno di noi è una potenziale vittima, ma la buona notizia è che ciascuno può diventare la soluzione – canta Bobi Wine, musicista e attivista politico ugandese, nel suo…

Coronavirus, BAOBAB EXPERIENCE a RAGGI e PREFETTURA: intervenire sui senzatetto

Individuare quanto prima locali presso i quali le persone senza fissa dimora a Roma possano essere accolte; provvedere a distribuire loro mascherine protettive, disinfettanti e ogni utile presidio medico sanitario e alla verifica delle loro condizioni di salute; garantire la disponibilità dei servizi essenziali di sopravvivenza per le persone in condizioni di impossibilità di provvedere a…

#iorestereiacasa

#iorestoacasa, ma c’è chi un tetto non lo ha; divieto di assembramento all’aperto, ma c’è chi, nella condivisione di uno spazio urbano, ha trovato l’unica casa possibile. Migranti bloccati nel caos burocratico italiano o nei recinti intra-europei, persone che non possiedono altro che un angolo di città dove tentare di reinventare tutti i giorni una…

Qui l’Europa Riposa In Guerra

No, l’Europa non è morta al confine greco-turco. L’Europa è morta con la negazione della libertà di movimento, uccidendo il senso stesso, il significato primo e ultimo dell’edificazione europea. E’ morta quando ha iniziato indiscriminatamente a pagare Libia, Turchia, Croazia per contenere, con ogni mezzo, i flussi migratori. È morta quando ha costruito lager ai…

#lesvoscalling

Decine di migliaia di profughi si stanno riversando al confine tra Turchia e Grecia nel tentativo di trovare rifugio nell’Unione Europea. La cieca violenza delle forze dell’ordine greche nei respingimenti collettivi sta provocando le prime vittime. Il diritto d’asilo, un diritto umano fondamentale, già nella prassi umiliato e pregiudicato, ora è formalmente sospeso. Migranti, attivisti,…

Al di là dello specchio

Chissà come ci si sente al di là dello specchio… Come ci sente quando sono gli Altri a chiudere i porti e a condizionare la Tua libertà di movimento? Blocco dei voli provenienti dall’Italia, restrizioni e respingimenti anche senza preavviso, obblighi di quarantena per i residenti di Veneto e Lombardia, divieti di ingresso, porti e…

Il sogno di O. finito contro il muro Europa

O. è un ragazzo di 22 anni proveniente da un piccolo villaggio della Palestina. A 19 anni decide di fuggire in Europa per salvarsi la vita, perché in Cisgiordania o a Gaza è un miracolo solo sopravvivere. Nel 2017 arriva in Germania con un visto pagato oltre 5000 dollari, per il quale si è fortemente…

Raccolta per il rimpatrio della salma di Mohamed in Sudan

Pochi giorni fa vi abbiamo raccontato con un articolo di FanPage – che da mesi segue le condizioni drammatiche dei detenuti nel carcere di Viterbo – la storia di Mohamed, suicida al Mammagialla perché costretto a una solitudine disumana. Mohamed era passato a piazzale Maslax ed era stato supportato dalle attiviste e dagli attivisti nel…

We’ll never walk alone

Vi ricordate il corteo di una parte della tifoseria laziale, con cori e saluti fascisti per le vie di Glasgow, in occasione dell’Europa League?  La reazione dagli spalti della Green Brigade, la storica tifoseria del Celtic FC, è stata geniale ma non si è fermata a uno striscione. Per rispondere alle provocazioni, alla violenza fascista…

Stop agli accordi con la Libia

#StopAccordiConLaLibia
Torture, stupri, assassinii, violazione sistematica dei diritti umani.
Gli accordi si rinnoveranno automaticamente il 2 novembre, giorno dei morti. Mai data fu più tragicamente idonea per la stipula di un contratto sulla pelle delle persone.