CHI SIAMO

                                                                                                                             English Version

cropped-refugees-welcome-baobab-1.jpg

Nel 2015, dal mese di maggio, noi, un gruppo di volontari, privati cittadini, ci siamo trovati a fronteggiare un’emergenza migratoria gestendo più di 35.000 migranti transitanti, all’interno del centro Baobab di via Cupa a Roma. Dopo il primo sgombero della struttura di via Cupa, avvenuta il 6 dicembre 2015, in assenza di una sede (di cui il Comune aveva promesso di occuparsene), continuiamo a dare una prima accoglienza in strada, supportati da associazioni mediche e legali e dalla rete costituita con attivisti dei diritti umanitari nazionali ed europei. 

All’inizio del 2016, abbiamo deciso di costituirci in associazione, alla quale è stato dato il nome di “BAOBAB EXPERIENCE”.

A oggi, più di 70.000 persone sono passate dai nostri campi, allestiti con mezzi donati dalla cittadinanza, ricevendo cure mediche, cibo, una sistemazione per la notte, assistenza legale. Sono donne, uomini e bambini in transito verso altri paesi europei o richiedenti asilo in Italia, che a Roma, dopo viaggi estenuanti in cui rischiano dalle torture alla morte, sono costretti ad aspettare circa un mese e mezzo in strada prima di poter accedere alle pratiche legali. L’esperienza del Baobab ha dimostrato che a Roma e nei suoi dintorni c’è una società civile cosciente e umana che alla necessità agisce per gli altri lì dove le istituzioni sembrano indifferenti. 

BAOBAB EXPERIENCE, attraverso la rete di volontari e associazioni che la supportano, fornisce:

FACEBOOK_BAOBAB_EXPERIENCE

SOSTEGNO PSICOLOGICO

CURE SANITARIE

ASSISTENZA LEGALE

VESTIARIO

DISTRIBUZIONE PASTI

UN POSTO DOVE DORMIRE

CULTURA E SVAGO

 

Questa nostra forma di accoglienza ha suscitato l’interesse di tante realtà locali e internazionali, di artisti, personaggi pubblici e di privati cittadini. 

BAOBAB EXPERIENCE è un fenomeno di civiltà in espansione: ogni cittadino può diventare volontario o supporter e iniziare a far parte di questa esperienza. 

Come divento volontario di Baobab Experience?

Supporta con una donazione, tesserandoti, sostenendo le nostre raccolte fondi

Contatti e Referenti dei Gruppi


Scrivici: baobabexperience@gmail.com

Rimani in contatto con noi attraverso i social: Facebook  Twitter  Instagram


 Presìdi Baobab Experience – Cronistoria

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. simona ha detto:

    Buongiorno

    Non siete soli perche’penso a quello che fate con molta gratitudine.
    Come me molte altre persone.
    Grazie dal cuore.

    Piace a 1 persona

  2. Fernanda ha detto:

    Cioè, a quanto ho capito, si fornisce tutto ciò di si abbisogna a gente che per i motivi più svariati, compresi quelli salienti, non vuol più stare a casa sua??? Bene allora potete farlo prima per quanto di noi sono senza casa, con situazioni gravi, e altrettante storie di grande sofferenza! Un saluto

    Mi piace

    1. Baobab Experience ha detto:

      Ci sono molte associazioni che si occupano di questo Fernanda, fermo restando che dovrebbero essere le Istituzioni designate ad occuparsi dei cittadini in difficoltà. Se sei a Roma e hai bisogno, scrivi pure alla nostra mail ti segnaleremo associazioni che possono orientarti.

      Mi piace

  3. Catherine Buyse ha detto:

    Buongiorno m vi ho scritto stamattina per fare una donazione di abiti usati per un film ( nuovi ) non ho avuto risposta , mi potete contattare via email o telefono ? Grazie Saluti Catherine Buyse 3389325001

    Mi piace

    1. Baobab Experience ha detto:

      Grazie infinite per averci pensato Catherine, sono giorni complicati ma appena possibile ti contatterà un referente della raccolta di abiti. Grazie ancora, a presto!

      Mi piace

  4. Juri ha detto:

    Siete la migliore gente! Massimo supporto ci vediamo domani in piazza.

    Mi piace

  5. Paola ha detto:

    Grazie per la vostra forte testimonianza di solidarietà.
    Se fossi a Roma sarei con voi, siete eccezionali. È triste però dire “eccezionali” perché accogliere dovrebbe essere la nostra regola civile fondamentale.

    Mi piace

  6. Clara Antonietti ha detto:

    Grazie grazie.Avete dato un pò di sollievo alla mia angoscia per la sorte di tanta gente sfortunata. Al più presto io e mio marito saremo dei vostri. c.a.
    :

    Mi piace

  7. Paola ha detto:

    Buongiorno, io ho provato a scrivere una mail a Papa Francesco, è un capo di stato e ha definito i migranti “carne di Cristo”. Bisognerebbe che le Chiese istituissero il Santuary Movement, come in America.
    Scriviamo tutti una lettera firmata a :
    Sua Santità Papa Francesco
    Casa Santa Marta
    00120 Città del Vaticano
    Meglio il cartaceo perché la posta elettronica non corrisponde.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.