Bosnia e rotta balcanica: fuori dai luoghi comuni

Cosa sta succedendo in Bosnia e lungo la Rotta Balcanica? Un doveroso appunto, fuori dai luoghi comuni, dopo la nostra terza missione nel Paese. Buona lettura! Le not so frequently asked questions

Roma città chiusa

La dichiarazione dei diritti del Fanciullo risale al 1959, la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo al 1948, ma a quanto pare, a distanza di svariati decenni, la loro applicazione nel Comune di Roma è ancora una chimera. Nell’ambito del programma BaoHaus, il reperimento e il pagamento di alloggi a breve e medio termine  ha reso…

25 novembre 2020

– “Quando hai lasciato casa?” – “Due anni fa” – “Quanto tempo sei rimasta intrappolata in Libia?” – “Un anno” A. ha 21 anni, è arrivata da sola al presidio di Baobab e stringe al petto un bambino di pochi mesi. La sottrazione è semplice, si compone e svolge automaticamente in testa. Non è la…

La morìa di Moria

Morìa s. f. [der. di morire]. – 1. Alta mortalità di uomini o di animali, dovuta a malattie infettive epidemiche o, nel caso di animali, a un alto tasso d’inquinamento ambientale: nel ferrarese … riapparve più fiera la m., tifo o peste, come si volesse chiamare […] Un nome, un destino: spostando l’accento il risultato…

Circondati dall’orrore

Siamo circondati! Sud, Nord-Est, Nord-Ovest: a ogni punto cardinale, storie e prassi di violenza e morte Ma l’orrore più grande è che forse ci siamo assuefatti alla brutalità oltreconfine, qualche metro più in là dei nostri marciapiedi e bar di Ventimiglia e Trieste e dei nostri balconi affacciati sul Mediterraneo. Abbiamo un Ministro degli Interni,…

Dl sicurezza: oggi abbiamo vinto!

È stata una battaglia che abbiamo combattuto in tanti. E insieme l’abbiamo vinta.Sull’esempio di Avvocatiinstrada, Baobab Experience si è battuta a Roma, nel suo ufficio legale e nelle aule di Tribunale, ottenendo un importante provvedimento d’urgenza del Giudice che ordina al Comune l’immediata iscrizione nel Registro anagrafico di L., un ragazzo fuggito dalla Libia e richiedente…

Decreto #IoRestoInMare

“L’Italia non è più un porto sicuro”Lo dice il nuovo Decreto che impedisce ai migranti soccorsi in mare di essere accolti sulle coste italiane per l’intera durata dell’emergenza Covid-19. Il provvedimento viene firmato nottetempo dai ministri Di Maio, Lamorgese, De Micheli e Speranza, mentre 145 esseri umani soccorsi dalla Alan Kurdi, fra gli spari della…

La buona notizia è che ciascuno può diventare la soluzione

“The bad news is that everyone is a potential victim, but the good news is that everyone is the potential solution”. La cattiva notizia è che ognuno di noi è una potenziale vittima, ma la buona notizia è che ciascuno può diventare la soluzione – canta Bobi Wine, musicista e attivista politico ugandese, nel suo…

#lesvoscalling

Decine di migliaia di profughi si stanno riversando al confine tra Turchia e Grecia nel tentativo di trovare rifugio nell’Unione Europea. La cieca violenza delle forze dell’ordine greche nei respingimenti collettivi sta provocando le prime vittime. Il diritto d’asilo, un diritto umano fondamentale, già nella prassi umiliato e pregiudicato, ora è formalmente sospeso. Migranti, attivisti,…

Al di là dello specchio

Chissà come ci si sente al di là dello specchio… Come ci sente quando sono gli Altri a chiudere i porti e a condizionare la Tua libertà di movimento? Blocco dei voli provenienti dall’Italia, restrizioni e respingimenti anche senza preavviso, obblighi di quarantena per i residenti di Veneto e Lombardia, divieti di ingresso, porti e…

Il sogno di O. finito contro il muro Europa

O. è un ragazzo di 22 anni proveniente da un piccolo villaggio della Palestina. A 19 anni decide di fuggire in Europa per salvarsi la vita, perché in Cisgiordania o a Gaza è un miracolo solo sopravvivere. Nel 2017 arriva in Germania con un visto pagato oltre 5000 dollari, per il quale si è fortemente…

Stop agli accordi con la Libia

#StopAccordiConLaLibia
Torture, stupri, assassinii, violazione sistematica dei diritti umani.
Gli accordi si rinnoveranno automaticamente il 2 novembre, giorno dei morti. Mai data fu più tragicamente idonea per la stipula di un contratto sulla pelle delle persone.