Fermiamo la violenza razzista e fascista: manifestazione sabato 6 aprile ad Ostia

Il razzismo non è un’invenzione, il fascismo non è un’opinione. Sono crimini contro i quali non solo non si solleva la giusta indignazione, ma sono crimini avallati in maniera trasversale da diversi partiti politici, dai media nazionali che non si fanno scrupolo di invitarne gli esponenti nelle loro trasmissioni, tanto che il razzismo e il fascismo sembrano la normalità, essendo alla base della stessa azione di Governo.
Sono diventati un retaggio da esaltare e non più un crimine odioso, ripudiato dalla stessa Costituzione che dovrebbe regolare la nostra società a partire dai rappresentanti delle Istituzioni.
Dall’insediamento di Lega e 5 Stelle si è verificata in media una violenza razzista al giorno, una media purtroppo inficiata dalla mancanza di denunce e di sostegno alle vittime. Le ultime denunce risuonano ancora con tutto il loro orrore nelle nostre orecchie: una mamma pestata a sangue mentre aveva in braccio un figlio e l’altro nel passeggino al quartiere Parioli, uno studente liceale aggredito con calci e pugni da 12 squadristi mentre passeggiava sul lungo mare di Ostia, i pasti per mamme e bimbi Rom ospiti in un centro di accoglienza gettati in strada e calpestati a Torre Maura.
12 contro uno, un uomo che insulta e picchia una donna con i suoi figli, un manipolo di violenti e manipolatori del malessere sociale che calpestano il pane destinato a persone in difficoltà: questo è il coraggio dei fascisti. Ricordatevelo quando vi vantate di esserlo, di quanta codardia e piccolezza morale vi state fregiando.

Noi non staremo fermi e zitti: sabato 6 Aprile alle 15,00 saremo al corteo indetto dal Collettivo Anco Marzio, Liceo di Ostia, perché siamo e saremo sempre #indivisibili contro il fascismo di piazza e di Stato, contro il razzismo, la violenza e ogni discriminazione.

Vi aspettiamo numerosi.

***
Nota a margine:
L’apologia del fascismo è un reato previsto dalla legge 20 giugno 1952, n. 645 (contenente “Norme di attuazione della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione”), anche detta “legge Scelba”, che all’art. 4 sancisce il reato commesso da chiunque “fa propaganda per la costituzione di una associazione, di un movimento o di un gruppo avente le caratteristiche e perseguente le finalità” di riorganizzazione del disciolto partito fascista, oppure da chiunque “pubblicamente esalta esponenti, princìpi, fatti o metodi del fascismo, oppure le sue finalità antidemocratiche”. “Si intende come riorganizzazione del partito fascista quando una associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, principi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista.”https://www.facebook.com/events/331365091064105/

55901822_840407282973494_3034669671962902528_n

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Silvia ha detto:

    Sì , È già tardi.ogni giorno, senza Fermare la deriva di quest’Italia fascista, li farà aumentare di numero. sono lontano da Roma, ma vi mando tutti quelli che conosci in città! Resistere e Lottare . grazie a voi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.