IL 10 NOVEMBRE A ROMA, TUTTI IN PIAZZA “UNITI E SOLIDALI CONTRO IL GOVERNO, IL RAZZISMO E IL DECRETO SALVINI”

Tra le minacce di sgombero e il maltempo che ha devastato la maggior parte delle attrezzature al presidio, abbiamo provato comunque, in questi giorni, a rimanere lucidi, perché la disperazione è un sentimento che non ci riguarda, non in questo momento.
Adesso è il momento di reagire.

Per questo, abbiamo continuato le nostre attività quotidiane, possibili solo grazie al contributo di decine di attivisti e volontari che promuovono orientamento civico, accesso ai servizi sociali e sanitari, ascolto e consapevolezza dei propri diritti e doveri per ogni singolo migrante che vive a Piazzale Maslax.
Lo facciamo perché siamo certi che solo in questo modo si possa facilitare l’inclusione e la convivenza pacifica nella nostra comunità, costruendo insieme quella sicurezza fatta di conoscenza, emancipazione e scambio dimenticata dalle politiche nazionali.
Oltre alle attività al campo, come l’allenamento di basket, il corso di italiano, quello di inglese e l’assemblea plenaria, sabato eravamo anche a San Lorenzo per la manifestazione antifascista e ad Avellino per un’iniziativa del gruppo SOMA su fenomeni migratori e convivenza. Perché nonostante tutto, non possiamo trascurare l’importanza di fare rete, opposizione civile contro le devastanti politiche migratorie proposte dal Governo.

Sin dal giorno della sua approvazione in Consiglio dei Ministri, abbiamo seguito con attenzione l’iter del decreto legge su Immigrazione e Sicurezza, anche conosciuto come #decretoSalvini;
(https://www.facebook.com/BaobabExperience/photos/a.855775474499206/1850358078374269)
da allora fino ad oggi, abbiamo informato le persone che sono al presidio con incontri e assemblee, fornendo strumenti per comprendere quelle che rischiano di diventare nuove misure repressive nei confronti degli stranieri nel nostro Paese.

Il decreto si fonda su logiche di paura e repressione e una volta convertito in legge dal Parlamento, minerà le basi per la convivenza interculturale, per la realizzazione di una giustizia sociale ancora troppo lontana.
Un obbrobrio giuridico contestato da più parti e in più punti, profondamente anticostituzionale.

Un decreto disumano, pericoloso e inaccettabile: per questo ci siamo fatti promotori, insieme ad un’ampia rete di attivisti e associazioni, di una giornata di mobilitazione nazionale contro il DDL, perché siamo profondamente convinti che bisogna opporsi alle politiche criminali del Governo, costruendo spazi di opposizione, dialogo e proposta per una parte della popolazione, italiana o straniera che sia, privata ogni giorno di più di diritti e di libertà civili.

Per questo il 10 novembre scenderemo in piazza sfilando per le strade di Roma, insieme a decine di realtà, dagli studenti all’antirazzismo, dai movimenti per i diritti delle donne e dell’abitare, dagli osservatori civili sull’antimafia ai sindacati, fino alle cittadine e ai cittadini qualunque di un mondo multicolore, propositivo, resistente che non ha alcuna intenzione di cedere il passo alla “fascistizzazione del pensiero comune”.

Saremo uniti e solidali contro questo decreto, contro la paura e la repressione.
Saremo #indivisibili.

Per questo vi invitiamo a partecipare numerosi, gioiosi e pacificamente determinati:
Corteo nazionale, 10 novembre ORE 14:00, PIAZZA DELLA REPUBBLICA – ROMA
https://www.facebook.com/events/155785395376127/

Per saperne di più:
Appello e articoli di approfondimento
https://baobabexperience.org/indivisibili/

Autobus per arrivare a Roma:
https://www.facebook.com/pg/indivisibili10novembre/events/?ref=page_interna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...